Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Voci della Grande Guerra

Voci della Grande Guerra  è un’iniziativa scientifica e culturale che ha l’obiettivo di preservare e diffondere la memoria della Prima Guerra Mondiale attraverso la realizzazione e la pubblicazione di un corpus digitale di testi, opportunamente scelti da storici e linguisti in quanto rappresentativi dei diversi modi di narrare e descrivere l’Italia in guerra da parte dei suoi protagonisti.

Esplora il corpus: l’interfaccia user friendly permette di effettuare ricerche efficaci, in maniera semplice.

 

E’ possibile creare delle mappe concettuali, a seconda dei criteri di ricerca impostati :

Per ogni risorsa sono presenti Dettagli Bibliografici:

Voci della Grande Guerra è realizzato dalle seguenti istituzioni:

  • Università di Pisa, Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica, Laboratorio di Linguistica Computazionale
  • Istituto di Linguistica Computazionale “A. Zampolli”, CNR, Pisa
  • Università di Siena, Dipartimento di Scienze Storiche e dei Beni Culturali, Centro Interuniversitario di Studi e Ricerche Storico-Militari
  • Accademia della Crusca, Firenze


Lascia un commento

Verso il giorno della Memoria: USC Shoah Foundation

 

La missione di USC Shoah Foundation è chiara e ben definita :

Our mission is to develop empathy, understanding and respect through testimony.

Il Visual History Archive, realizzato dalla fondazione, permette di cercare attraverso 55.000 video di testimonianze di sopravvissuti al genocidio. Inizialmente nato come repository dedicato all’Olocausto, negli anni si è espanso e raccoglie materiale relativo al Genocidio Armeno, il massacro di Nanjing, il genocidio contro i Tutsi in Ruanda e il genocidio in Guatemala. L’Istituto sta continuamente ampliando l’archivio di storia visiva per includere le voci di altri sopravvissuti alla violenza di massa. Presto da aggiungere alla crescente lista di collezioni sono le testimonianze del Genocidio cambogiano degli anni ’70.

The Visual History Archive contiene più di 114.000 ore di testimonianza, l’equivalente di 12 anni.

L’Istituto si sta approcciando  anche alla  realtà virtuale, grazie a un progetto interattivo chiamato Nuove dimensioni in Testimonianza. Utilizzando l’innovativo software in linguaggio naturale, l’Istituto ha posto a 12 sopravvissuti dell’Olocausto centinaia di domande, che saranno alimentate da complessi algoritmi, per rispondere in tempo reale, in modo tale che gli studenti nel lontano futuro possano avere “conversazioni virtuali” con testimoni della storia.

Ogni raccolta dell’archivio aggiunge diversi collegamenti, fornendo molteplici percorsi per apprendere dai testimoni oculari della storia attraverso il tempo, i luoghi, le culture e le circostanze socio-politiche.


Lascia un commento

A volte ritornano: nuovi corsi sul portale TRIO

Vi abbiamo parlato di TRIO, il servizio di formazione a distanza creato dalla Regione Toscana, che offre 1900 corsi online gratuiti, suddivisi per aree tematiche.

Clicca sulle foto per accedere ai nostri precedenti articoli su Trio.

libritrio_logo1

L’offerta del portale si è arricchita, attraverso i laboratori didattici:

sono ambienti della piattaforma dedicati all’apprendimento collaborativo in materia di lingue ed informatica, per integrare i corsi ed offrire la possibilità di cimentarsi sulla materia e tenersi in esercizio in modo continuativo ed interattivo, con il supporto di un e-teacher.

(http://www.progettotrio.it/trio/)

I 6 laboratori (Inglese, Spagnolo, Inglese, Spagnolo, Francese, Tedesco, Italiano per Stranieri ed Informatica), prevedono:

  • Forum: ambiente in cui vengono proposti esercizi e giochi, e che l’e-student può utilizzare come canale di comunicazione con l’e-teacher;
  • Lezioni a tema: pagine di lezioni su specifici argomenti;
  • Esercitazioni: quiz con punteggio finale;
  • Webinar: seminari online tenuti dall’e-teacher, per l’approfondimento di determinati aspetti trattati nei corsi.

Altri nuovi rilevanti corsi sono:

  • 5031-SCO-W – Il mondo dei social: Facebook, Twitter, Instagram, Messenger e WhatsApp
  • 5040-SCO-W – La progettazione del sito di E-commerce
  • 5054-SCO-W – Programma Garanzia Giovani – fase 2
  • 5057-SCO-W – L’accesso ai Servizi per il Lavoro
  • 5060-SCO-W – Le tipologie contrattuali
  • 5094-SCO-W – Utilizzare efficacemente motori di ricerca
  • 5101-SCO-W – Industria 4.0 e trasformazioni del lavoro


Lascia un commento

Incontro in Biblioteca

Problemi con e-book, e-journal e banche dati? Vieni agli incontri sulla Biblioteca Digitale d’Ateneo!

Ogni anno le biblioteche organizzano diversi incontri per imparare a trarre il massimo vantaggio dalle risorse digitali messe a disposizione dall’Ateneo.
L’offerta è varia e copre tutte le aree disciplinari.

L’incontro dedicato alle risorse di Storia si terrà mercoledì 21 novembre, dalle 14.00 alle 17.00 in aula AlexanderLab, piazza Sant’Alessandro, 1.
Per informazioni e iscrizioni consulta la pagina dedicata ai corsi.


Lascia un commento

Dizionari della biblioteca digitale sulla piattaforma eLexico.com

La Biblioteca Digitale dell’Università degli Studi di Milano, ha messo a disposizione, sulla piattaforma eLexico, 16 dizionari di italiano e altre lingue (inglese, francese, tedesco, spagnolo, portoghese, giapponese, cinese, russo e latino):

• Grande Dizionario Italiano [Hoepli]• il Devoto-Oli [LeMonnier]

• il Sabatini-Coletti [RCS]• l’Etimologico [LeMonnier]

• il Sinonimi e Contrari [LeMonnier]

• il Latino [LeMonnier]• Grande Dizionario Inglese [Hoepli]

• il Sansoni Inglese [RCS]• il Sansoni Francese [RCS]

• il Sansoni Tedesco [RCS]• Grande Dizionario Spagnolo [Hoepli]

• Grande Dizionario Russo [Hoepli]• Dizionario Completo Portoghese [Hoepli]

• Dizionario Giapponese [Hoepli]• Dizionario di Cinese [Hoepli]• I Quattro Codici [Hoepli]

red stop sign

Photo by Pixabay on Pexels.com

Modalità di accesso: L’accesso è consentito dalle postazioni all’interno dell’Ateneo (dominio “unimi.it”). L’accesso da reti esterne, previa autenticazione al portale della Biblioteca Digitale attraverso le proprie credenziali di Ateneo utilizzate anche per accedere al servizio di posta elettronica.

 

Note tecniche: La visualizzazione dei dizionari online eLexico.com è ottimizzata per l’uso con Mozilla Firefox (versione 4.0 o successiva). È possibile utilizzare anche i seguenti browser: Safari (versione 4.0 o successiva), Google Chrome (versione 4.0 o successiva), Opera (versione 10.0 o successiva); la compatibilità con Internet Explorer (versione 7.0 o successiva) non è totale.


Lascia un commento

Novecento.Org: didattica della storia online

1003155_488351144591192_491790641_n

All credits to http://www.novecento.org/

Oggi vi presentiamo la rivista online di didattica della storia Novecento.Org, curata dagli istituti storici della Resistenza italiana associati all’INSMLI (Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia).

Molto interessanti sono le sezioni Pensare la didattica e Didattica in classe, in cui sono presenti molti spunti per ripensare l’insegnamento e lo studio della storia.

In Storia Pubblica, sono presenti articoli su iniziative e riflessioni su questa importante parte della storia, dalla realizzazione di un Urban Game, Echi resistenti, al ruolo di Wikipedia nella Public History.


Lascia un commento

Un giornale per la Public History

public.png

Public History Weekly  è una rivista online open access; lo scopo del progetto viene esplicitato nella sezione About us :

Public History Weekly – We want to build bridges between as many academic language communities as possible, net community and digital skepticism, research and application, politics and science, and the school and the university. Look forward to the weekly multi-lingual contributions of our authors from around the world and get the journal through your comments to a place of lively debate.

Molto utile è la sezione Issues, in cui è possibile ricercare gli articoli tramite argomento.

Un piccolo tributo a Michael Ende è la sezione Wilde 13, in cui ogni 13 del mese viene pubblicato un articolo da un autore ospite, la cui identità non viene rivelata fino al momento della pubblicazione.

Studiare storia non si riduce alla semplice lettura di un manuale. L’integrazione dello studio e dell’insegnamento, attraverso le nuove tecnologie, è cruciale per questa disciplina seguendo i principi della crossmedialità e dell’interdisciplinarietà.