Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Viaggiatori stranieri in Italia: Fondo Tursi

Marciana_Viaggiatori_stranieri01_JPG_1944330764

“Il Fondo Tursi – che raccoglie 26.000 documenti, fra libri, opuscoli, stampe e raccolte di articoli – fu donato alla Biblioteca Marciana nel 1968 da Angiolo Tursi (Taranto 1885- Venezia 1977). […] Nel Fondo si trovano resoconti di viaggio di autori stranieri – letterati, politici, artisti, storici dal XVI al XX secolo – opere di interesse storico documentaristico, raccolte di stampe, oltre ai testi letterari di quegli autori che maggiormente subirono il fascino della cultura e dell’ambientazione italiana nelle loro opere”.

Un itinerario storico e pittoresco in un’Italia vista attraverso gli occhi di viaggiatori stranieri, di volta in volta attratti e affascinati dalle sue bellezze artistiche e ambientali e al contempo capaci di coglierne i forti contrasti sociali: dalla descrizione del Lazio di Athanasius Kircher alle Lettere di Rabelais, dalle Observations sur l’Italie di Pierre-Jean Grosley alle lettere di Lady Mary Wortley Montague.

La nuova collezione, all’interno del portale Internet culturale, è stata messa a disposizione grazie a un progetto di digitalizzazione della BEIC, a cui ha collaborato la Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia.


3 commenti

European History Primary Sources: fonti in rete per la storia dell’Europa

European History Primary Sources (EHPS)

EHPS – European History Primary Sources è un progetto di mappatura di depositi istituzionali di fonti primarie per lo studio della storia dell’Europa. Il progetto, in continuo accrescimento, è aperto alla collaborazione di tutti: è infatti possibile segnalare siti non ancora inseriti nel database.

EHPS è realizzato in collaborazione tra Library e Department of History and Civilization dell’ European University Institute di Firenze. Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina about.

Per quanto riguarda le modalità di ricerca, è possibile navigare tra le risorse inserite per Paese, Lingua, Epoca storica, Argomento o Tipologia di risorsa. E’ anche possibile effettuare una ricerca sulle tag utilizzate per indicizzare la singole risorse.
Infine, l’area personale permette di salvare risorse e ricerche preferite.


1 Commento

Risorse online della Società di Studi Valdesi

Statua raffigurante Valdo ubicata a Worms (Germania).  it.wikipedia.org

Statua raffigurante Valdo ubicata a Worms (Germania).
it.wikipedia.org

I fedeli della confessione protestante valdese, riuniti nella Chiesa Evangelica Valdese,  sono presenti in Italia dal XIII secolo. La corrente nasce nel Medioevo e il movimento, fondato da Valdo di Lione, si inserisce nella riforma del cristianesimo sviluppatasi durante il XII secolo.

La Società di studi valdesi fu fondata a Torre Pellice nell’estate del 1881 con l’intento di promuovere studi e ricerche sulla storia e sulla diffusione del movimento valdese e delle Chiese valdesi, sui movimenti di riforma religiosa in Piemonte e in Italia e sull’ambiente delle Valli valdesi.

Nel sito è possibile scorrere gli indici degli ultimi numeri del Bollettino, principale rivista di studi e di ricerche sul valdismo.
Di notevole interesse è anche il Dizionario biografico dei protestanti in Italia, che si propone di raccogliere le biografie degli esponenti del protestantesimo storico italiano a partire dal 1500 fino al 1900.


Lascia un commento

Una città per gli archivi

bologna

Il portale archIVI, inaugurato lo scorso aprile dalla Biblioteca d’arte e di storia di San Giorgio in Poggiale a Bologna, “offre agli utenti della rete le risorse informative su una parte rilevante dei più significativi archivi per la storia della città di Bologna, nel corso dell’Otto e Novecento“. Le risorse aumenteranno progressivamente e, attraverso la pubblicazione delle schede descrittive e delle riproduzioni digitali, si arriverà a fornire informazioni relative a tutti i 200 archivi su cui è intervenuto il progetto.

E’ possibile compiere una ricerca sulle schede e le digitalizzazioni tramite la maschera Consulta gli archivi; il portale contiene anche una sezione Percorsi, per una ricerca incentrata sulla città di Bologna. Infine alcune Mostre virtuali permettono di visualizzare i documenti testuali, i video, le immagini e i suoni che rappresentano gli elementi fondamentali della narrazione.