Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


1 Commento

Magnum Bullarium Romanum: online l’imponente opera di L. Tomassetti

L’Istituto Centrale per gli Archivi rende disponibile online, all’interno della propria biblioteca digitale, l’opera Bullarum diplomatum et privilegiorum sanctorum romanorum pontificum Taurinensis editio: collectione novissima plurium brevium, epistolarum, decretorum actorumque S. Sedis a s. Leone Magno usque ad praensens.

Il Bullarium Romanum, insieme alla cronologia dei papi avviatasi con Pietro, raccoglie tutte le bolle (concessioni, privilegi, mandati, disposizioni) emanate dai pontefici a partire da Leone I nell’anno 440, fino all’ultima constitutio di Clemente XII datata 26 gennaio 1740.
Storia, tipologie e modalità di datazione delle bolle pontificie sono descritte nella corrispondente voce del “Dizionario di erudizione storico-ecclesiastica” di Gaetano Moroni (Tipografia Emiliana, 1840-1861): http://www.icar.beniculturali.it/biblio/pdf/bolTau/moronBol.pdf
da icar.beniculturali.it

In fase di digitalizzazione (sono disponibili i primi otto volumi) anche A. BARBERI, R. SEGRETI, A. SPEZIA, Bullarii Romani continuatio (Tomi XIX) Summorum Pontificum Clementis XIII, Clementis XIV, Pii VI, Pii VII, Leonis XII, Pii VIII et Gregorii XVI constitutiones, literas in forma brevis, epistolas ad principes viros, et alios, atque alloquutiones complectens, Roma 1835-1857.

Non sono disponibili strumenti di ricerca all’interno dei testi.

Aggiornamento 06/02/2017: ad oggi i materiali non risultano più disponibili.


Lascia un commento

Bandi e bolle pontificie del XVI secolo nella Biblioteca Nazionale Centrale di Roma

Bandi e bolle pontificie del XVI secolo è un progetto di digitalizzazione promosso e coordinato dall’ICCU.
La collezione, comprensiva di circa 1100 documenti, è costituita da bandi e bolle pontificie tratte da alcune raccolte della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma; non ricopre pertanto, relativamente a questa tipologia di materiale, tutto il posseduto dalla Biblioteca.

Si tratta di pubblicazioni a carattere ufficiale (bandi, lettere, decreti, bolle pontificie, brevi, motuproprii) riguardanti principalmente lo Stato Pontificio e per lo più pubblicate dagli stampatori camerali Antonio Blado ed eredi, che ne avevano la privativa. Evidente è l’intento normativo di questo materiale, che aveva come scopo di regolare in ogni aspetto la vita di tutti i cittadini o di particolari categorie (notai, ebrei, banditi, prostitute, tribunali, monasteri ed altri), mediante divieti, tasse, privilegi, concessioni, giubilei, indulgenze etc.

La descrizione bibliografica è tratta dalla base dati EDIT16 (Censimento nazionale delle edizioni italiane del XVI secolo).