Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Dalla terra alla tavola, vita in cucina. Un progetto intorno al cibo tra storia e cultura

tavola

E’ il portale dell’interessante progetto, presentato nel 2012 in occasione della giornata mondiale dell’alimentazione, che vuole promuovere un percorso intorno alla cucina, e in particolare al cibo.

Il lavoro è promosso da Biblioteca Nazionale Braidense, Archivio di Stato, Associazione BiblioLavoro, Fondazione ISEC, Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia, che contribuiscono a fornire documenti e materiali per ricostruire la storia delle tradizioni alimentari e dei luoghi nei quali i pasti venivano e vengono consumati; tutto ciò intendendo la cucina e il cibo come veicoli di incontro, aggregazione e vita familiare.

Scopo del portale è “arrivare all’ideazione e allo sviluppo di un percorso-itinerario nei principali luoghi della storia e della cultura in Milano e in Lombardia, con approfondimenti attraverso i documenti conservati presso gli istituti coinvolti”.

Tre sono i percorsi tematici:

  • Terra, con articoli, materiali, foto e videointerviste ad agricoltori lombardi
  • Tavola, con fumetti e bibliografie
  • Cucina, dedicata alla storia del cucinare

Molto interessante e ricca la sezione Didattica, con attività dedicate in particolare agli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado.
Online troviamo anche le annate 1878-1879 del periodico Il Monitore gastronomico.

Il portale è sempre aggiornato con le news degli eventi in programma.

Segnaliamo il post del nostro blog dello scorso marzo 2013 con una breve bibliografia dei testi posseduti dalla nostra biblioteca sulla storia dell’alimentazione.


Lascia un commento

Rivista di storia dell’agricoltura online

rivista di storia dell'agricolturaLa Rivista di Storia dell’Agricoltura viene pubblicata dall’Accademia dei Georgofili dal 1961.
Dopo la registrazione (molto rapida) è possibile consultare online tutti i numeri della rivista, compresi i numeri speciali, dal 1961 ad oggi.

Le funzioni di ricerca semplice ed avanzata permettono di cercare all’interno dei fascioli, e ciascun articolo è corredato da parole chiave e indicazione del periodo storico di riferimento.

Altri articoli sul blog relativi alla storia dell’agricoltura:

D’appendizi pago. Cibo e paesaggio agrario attraverso le inchieste del catasto teresiano

Trattati storici di enologia digitalizzati


2 commenti

Sulle terre della riforma: Luce sull’Italia agricola

pontino

La Riforma Agraria, circa sessanta anni fa, dava inizio al rinnovamento del paesaggio rurale del Lazio dopo secoli di latifondo: 180.000 ettari di superficie agricola espropriati tra Lazio e Toscana, oltre 10.000 famiglie indigenti trasformate in piccoli proprietari terrieri.

Il sito raccoglie più di 20.000 immagini d’archivio sulla riforma fondiaria in Italia, grazie alla collaborazione tra Arsial e Istituto Luce – Cinecittà.
L’intento è quello di creare un portale dedicato alla storia agricola dell’Italia del Novecento.

Le immagini mostrano i volti degli assegnatari, i luoghi della riforma e la vita degli uomini e donne che hanno avuto un ruolo principale nell’opera di bonifica dell’Agro Pontino.


Lascia un commento

Giornalismo scientifico

Il Repertorio è una prima ricognizione dei periodici tecnico-scientifici di area lombarda usciti tra il 1813 e il 1973 condotta a partire dal cartaceo Catalogo dei periodici delle biblioteche lombarde redatto dalla Biblioteca comunale di Milano, Catalogo centrale delle biblioteche lombarde.
L’accezione “tecnico-scientifico” è stata volutamente intesa in senso molto lato, comprendendo in essa non soltanto periodici riguardanti la meccanica, l’ingegneria, le scienze dei materiali, ma anche la medicina, la chimica, l’agricoltura, l’industria e gli insegnamenti di materie tecniche e industriali e tutto ciò che può ricondurre a tale accezione.
Lo strumento si offre come un primo orientamento alla ricerca, fornendo per ciascun periodico gli estremi cronologici (laddove indicati dal catalogo), le variazioni del titolo e il luogo di pubblicazione.