Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


1 Commento

Archivi della scienza: il progresso tecnico e scientifico attraverso i documenti

Da pochi giorni è online il portale Archivi della scienza, che propone al pubblico la mappatura di oltre 1500 fondi archivistici conservati in 200 sedi in tutta Italia, con documentazione dal medioevo all’età contemporanea, relativa alle scienze e alla tecnologia.

I promotori dell’iniziativa, l’Accademia Nazionale delle Scienze e il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, hanno colaborato con ICAR (Istituto Centrale per gli Archivi) per la realizzazione del portale.

Oltre alla possibilità di ricerca dei fondi archivistici risultano interessanti i percorsi tematici , denominati “storie” e “protagonisti“, utili soprattutto ad un pubblico di non specialisti.

storie archivi scienza

Una delle “storie” tratta dal sito.

Piccola risorsa utile: la cronologia per seguire i progressi della ricerca scientifica in Italia.


Lascia un commento

Verso la tesi? Incontri secondo semestre

Verso_lancio

Anche per il secondo semestre le Biblioteche, in collaborazione con il COSP, hanno preparato una serie di incontri di supporto agli studenti che si accingono a scrivere la propria tesi di laurea.

Nell’arco di una mattinata vengono fornite indicazioni e buone pratiche per la preparazione dell’elaborato finale: calendario e tempistiche dal foglio bianco alla discussione; la ricerca di fonti informative affidabili; la stesura della bibliografia; il plagio e la citazione.

Gli incontri sono rivolti agli studenti iscritti ai corsi di laurea di Scienze economiche, politiche e sociali, Studi umanistici e Giurisprudenza.
Per conoscere le date e prenotare la propria partecipazione si rimanda alla pagina Verso la tesi nel portale del Servizio bibliotecario di Ateneo.


Lascia un commento

Jurn: motore di ricerca per l’open access

jurn-2013-logo

Jurn è un motore di ricerca per la letteratura accademica, che indicizza e-journals ad accesso libero, capitoli di libri e tesi. E’ alimentato da una piattaforma Google Custom Search ed è privo di pubblicità.

Nato nel 2009 come strumento specifico per la ricerca nei campi delle arti e delle scienze umane, nel 2014 ha esteso il suo raggio d’azione all’economia, alla giurisprudenza, alle scienze e alla medicina.

Il campo di ricerca è unico, purtroppo lo strumento non presenta le funzionalità per una ricerca avanzata.
Viene comunque fornito un indice parziale di 3.000 periodici in lingua inglese indicizzati da Jurn. Una funzionalità interessante è GRAF, che consente la ricerca in 4,680 repositories accademici.

Per informazioni, il blog presenta una pagina dedicata alle FAQ.


Lascia un commento

Archivio di Stato di Lucca: pubblicazioni on-line

Segnaliamo oggi il nuovo sito dell’Archivio di Stato di Lucca:

L’Archivio di Stato fu istituito dalla Repubblica democratica lucchese il 27 agosto 1804 e fu trasferito nel 1859 dalla prima sede, nel complesso conventuale di San Romano, al palazzo dei Guidiccioni, già acquistato nel 1822 dalla duchessa Maria Luisa di Borbone, destinato inizialmente soltanto all’archivio notarile, ed in seguito occupato del tutto dall’Archivio di Stato nel 1884.
L’Archivio è dotato di una sede sussidiaria, presso i vecchi Pubblici Macelli, dove si trovano conservati alcuni dei fondi archivistici di maggiore dimensione, tra cui: Archivio dei Notari, Catasto e Prefettura

Nella sezione Pubblicazioni on-line sono riprodotte in pdf diverse pubblicazioni curate dall’Archivio, tra cui in particolare:


Lascia un commento

Museo delle Storie di Bergamo

Immagine.png

Museo delle Storie di Bergamo: all credits to https://www.museodellestorie.bergamo.it/

Il Museo delle storie di Bergamo è gestito dalla Fondazione Bergamo nella storia, nata nel 2002 con l’obiettivo di proteggere, valorizzare e comunicare in forme nuove il patrimonio storico e l’identità del territorio bergamasco.

Si propone di raccontare la storia di Bergamo attraverso i sei simboli della città, in cui viene fornita una breve descrizione, il link di approfondimento e tutte le informazioni relative alle visite:

Nella sezione Agenda delle Storie vengono segnalate le iniziative dei Musei. Gli ultimi progetti sono: A bottega dallo speziale, La casa della Storia e Ultimo dell’Anno al Museo; i vari link vi indirizzano alle pagine dove vengono fornite le informazioni per poter aderire alle proposte.

780

(VALLE BREMBANA) OLTRE IL COLLE – PANORAMA All credits to https://archivio.museodellestorie.bergamo.it

E’ possibile poi accedere all’Archivio Sestini, Archivio fotografico delle storie di Bergamo. E’ stato effettuato un grande lavoro di digitalizzazione delle foto e l’accesso online è semplice ed immediato.


Lascia un commento

Dizionari della biblioteca digitale sulla piattaforma eLexico.com

La Biblioteca Digitale dell’Università degli Studi di Milano, ha messo a disposizione, sulla piattaforma eLexico, 16 dizionari di italiano e altre lingue (inglese, francese, tedesco, spagnolo, portoghese, giapponese, cinese, russo e latino):

• Grande Dizionario Italiano [Hoepli]• il Devoto-Oli [LeMonnier]

• il Sabatini-Coletti [RCS]• l’Etimologico [LeMonnier]

• il Sinonimi e Contrari [LeMonnier]

• il Latino [LeMonnier]• Grande Dizionario Inglese [Hoepli]

• il Sansoni Inglese [RCS]• il Sansoni Francese [RCS]

• il Sansoni Tedesco [RCS]• Grande Dizionario Spagnolo [Hoepli]

• Grande Dizionario Russo [Hoepli]• Dizionario Completo Portoghese [Hoepli]

• Dizionario Giapponese [Hoepli]• Dizionario di Cinese [Hoepli]• I Quattro Codici [Hoepli]

red stop sign

Photo by Pixabay on Pexels.com

Modalità di accesso: L’accesso è consentito dalle postazioni all’interno dell’Ateneo (dominio “unimi.it”). L’accesso da reti esterne, previa autenticazione al portale della Biblioteca Digitale attraverso le proprie credenziali di Ateneo utilizzate anche per accedere al servizio di posta elettronica.

 

Note tecniche: La visualizzazione dei dizionari online eLexico.com è ottimizzata per l’uso con Mozilla Firefox (versione 4.0 o successiva). È possibile utilizzare anche i seguenti browser: Safari (versione 4.0 o successiva), Google Chrome (versione 4.0 o successiva), Opera (versione 10.0 o successiva); la compatibilità con Internet Explorer (versione 7.0 o successiva) non è totale.


Lascia un commento

Surf and save! E’ tutto più semplice con Citavi

è un prodotto della Swiss Academic Software pensato particolarmente come supporto alla redazione di lavori accademici. Oltre alle funzioni che consentono di cercare, organizzare e condividere le citazioni, ha particolarmente sviluppato la parte relativa alle citazioni stesse.
Grazie a un plug-in interagisce sia con Word che con Latex e attraverso il pulsante Picker Citavi è possibile salvare le informazioni provenienti dal web o direttamente le pagine web (guarda il breve tutorial).
Fino a 100 titoli è gratuito, in seguito viene richiesto l’acquisto di una licenza personale oppure l’attivazione di un abbonamento istituzionale.
Il Servizio bibliotecario d’Ateneo ha attivato fino al 31 dicembre 2018 un trial gratuito della versione illimitata di Citavi.

A partire dal link Citavi.com/unimi è possibile seguire la procedura di attivazione:

  • cliccare sulla propria categoria di utente (Docente, ricercatore o altro collaboratore oppure Studente/-ssa) ed inserire il proprio indirizzo della posta di Ateneo (nome.cognome@unimi.it o nome.cognome@studenti.unimi.it)
  • si riceverà una mail nella propria casella di posta nella quale si chiede di confermare il proprio indirizzo mail
  • a questo punto si inserisce il proprio indirizzo mail nella maschera web e si sceglie una password in modo da attivare Citavi.

Per eventuali quesiti o approfondimenti è possibile contattare indirizzo di postaservice@citavi.com