Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Arolsen Archives: International Center on Nazi Persecution

roter_winkel-800x500

Arolsen Archives sono un centro internazionale sulla persecuzione nazista, che possiede il più completo archivio a livello mondiale riguardante le vittime e i sopravvissuti al Nazionalsocialismo.

La collezione appartiene al programma UNESCO Memory of the World e contiene informazioni su 17 milioni di persone: vittime dell’Olocausto, prigionieri nei campi di concentramento, stranieri condannati ai lavori forzati e sopravvissuti che provarono a ricostruire le proprie vite.

L’archivio online consente di ricercare tra 13 milioni di documenti tramite nome o argomento; è anche possibile scorrere l'”albero” archivistico. Inoltre, interrogando il vecchio sito si possono visualizzare gli effetti personali delle vittime e la mappa dove localizzare le marce della morte.


Lascia un commento

Nashriyah: digital Iranian history

iranL’Università di Manchester, con il progetto Nashriyah: digital Iranian history
mette liberamente a disposizione il frutto del programma di digitalizzazione di rari giornali iraniani relativi a tre periodi specifici:

  • Gli anni 1950-53, ed il colpo di stato contro Mohammad Mossadegh
  • La rivoluzione del 1979
  • L’era del presidente Khatami (non ancora disponibili online)

Strumento utilissimo per gli studiosi di storia del Medio oriente contemporaneo, riunisce le digitalizzazioni di 28 (ma il numero potrebbe aumentare, vedi Get involved) tra quotidiani e periodici, indicizzati per permette la ricerca per titolo e data.
Valore aggiunto del progetto sono le schede introduttive relative a ciascun periodico, che permettono anche ai non addetti ai lavori di orientarsi tra le fonti disponibili.

Per chi fosse interessato agli aspetti tecnici del progetto, alla pagina digitisation vengono presentate modalità e criticità del processo di digitalizzazione.


Lascia un commento

Bruciare l’immaginazione: un’iniziativa in ricordo dei roghi nazisti di libri

Il 10 maggio 1933 a Berlino e in altre città universitarie della Germania i nazisti bruciarono decine di migliaia di libri di autori giudicati non conformi allo spirito tedesco: fu uno dei più grandi roghi di libri della storia dell’umanità. Il 10 maggio 2019 le biblioteche italiane celebrano il valore della libertà di espressione e delle diversità culturali con eventi e letture pubbliche di grandi opere salvate da quei roghi.

Nell’ambito delle iniziative promosse dall’Associazione italiana biblioteche, in collaborazione con l’Associazione italiana di public history e con il patrocinio dell’Associazione italiana editori con il progetto “Libri Salvati”, le biblioteche di Filosofia e di Storia curano “Bruciare l’immaginazione”, una giornata dedicata ai temi della libertà di pensiero, del valore della cultura e contro la censura dei totalitarismi.

Locandina Bruciare l'immaginazioneWorkshop Wikipedia

Alle 14.00 prenderà il via presso la biblioteca di Filosofia un workshop aperto per imparare a usare Wikipedia in maniera critica e attiva. Un tutor wikimedia ci spiegherà i principi alla base di Wikipedia, le sue potenzialità ma anche modi e motivi per partecipare in maniera consapevole al progetto. Nel pomeriggio metteremo in pratica quanto imparato lavorando insieme sulle voci dedicate alla censura nazista e agli autori che ne furono vittime per migliorarle nell’editing e nei contenuti. In contemporanea trascriveremo e renderemo libere online alcune pagine delle opere che si cercò di distruggere: perchè nessuna opera può morire se il suo messaggio diventa patrimonio comune.

Non sono richieste particolari competenze informatiche né conoscenze specifiche di storia o filosofia: porta con te un laptop e il tuo spirito critico. In biblioteca troverai gli altri strumenti che ti serviranno (testi, bibliografie, banche dati…) e dei bibliotecari pronti a spiegarti come usarli.

Per riservare un posto nel laboratorio usa la pagina dedicata: https://bit.ly/2V5KzLmLink verso un sito esterno

Conferenza e letture

A partire dalle 17.45 nella stessa biblioteca filosofi e storici della biblioteconomia proporranno ai presenti una riflessione sugli impatti della censura e l’importanza di affrontare questi temi oggi.

I relatori:

Giorgio Montecchi, La banalità del rogo

Laura Boella, A chi serve reprimere la creatività?

Carlo Sini, Scritture dell’anima mondiale

Le relazioni saranno accompagnate dai volontari del progetto LeggiAmo Insieme che presenteranno al pubblico alcuni passi significativi delle opere censurate.

Dove: Biblioteca di Filosofia – via Festa del Perdono,7 – Milano

Altre iniziative in tutta Italia: https://www.aib.it/attivita/libri-salvati/2019/74390-libri-salvati-calendario-eventi/

Consigliamo inoltre una breve bibliografia di volumi ospitati dalla nostra biblioteca per approfondire l’argomento:

  • Libri al rogo : storia della distruzione infinita delle biblioteche / Lucien X. Polastron. – Milano : Sylvestre Bonnard, [2006]. – 341 p. ; 21 cm. (STORIA BIBL.C. 0227/17)
  • La rivoluzione culturale nazista / Johann Chapoutot ; traduzione di Luca Falaschi. – Bari ; Roma : Laterza, 2019. – XVII, 251 p. ; 23 cm (STORIA 01.CE. 0294 /009)
  • Libro e censure / a cura di Federico Barbierato ; introduzione di Mario Infelise. – Milano : Sylvestre Bonnard, °2002!. – 221 p. : ill. ; 21 cm. (STORIA BIBL.C.      0228)
  • Storia universale della distruzione dei libri : dalle tavolette sumere alla guerra in Iraq / Fernando Báez ; presentazione di Marino Sinibaldi. – Ed. italiana riv. e ampliata. – Roma : Viella, [2007]. – XIV, 385 p. ; 21 cm (STORIA COLL.        0409.2 /0004)
  • La biblioteca scomparsa / Luciano Canfora. – 8. Ed. – Palermo : Sellerio, 1995. – 203 p. : ill. ; 17 cm. (STORIA BIBL.A. 0022)
  • Libro e libertà / Luciano Canfora . -Roma \etc.! : Laterza, 1994. – VIII, 97 p. ; 17 cm. (STORIA BIBL.C. 0183)
  • Da Cohen a Benjamin : essere ebrei tedeschi / Friedrich G. Friedmann ; traduzione di Paola Buscaglione e Cristina Candela. – Firenze : Giuntina, [1995]. – 116 p. ; 20 cm. (STORIA F.AGNOLETTO. D.0470)
  • Profeti senza onore : l’intelligenza ebraica nella cultura tedesca del Novecento / Frederic V. Grunfeld. – Bologna : Il mulino, 1986. – XXIII, 409 p. ; 22 cm (STORIA 03.I. 0322)


Lascia un commento

Periodici politici e satirici della provincia di Alessandria

La nuova collezione all’interno del portale Internet Culturale, comprende 34 periodici digitalizzati dalla Biblioteca dell’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea di Alessandria, pubblicati appunto nella provincia, tra il 1871 e il 1946.

Si tratta di:

  • Periodici politici e di partito;
  • Periodici satirici;
  • Periodici letterari e culturali;
  • Periodici di informazione.

La sezione politica e soprattutto quella satirica costituiscono la maggior parte della documentazione: si tratta di periodici spesso conservati in unico esemplare, di grande importanza per lo studio delle elites politiche, della propaganda, della cultura, della satira e del costume in un periodo cruciale della storia italiana, dall’esplosione di testate del 19. secolo allo stretto controllo censorio sulla stampa del Ventennio, fino alla nuova fioritura di periodici, anche se perlopiù in forma clandestina, del periodo resistenziale.


Lascia un commento

Fondo Fedeli. Testate socialiste e anarchiche italiane ed europee. 1870-1960

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tra le nuove collezioni del portale Internet culturale, troviamo il Fondo Fedeli, appartenente alla Biblioteca dell’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea – Alessandria.

Forte di ben 135 testate coprenti un arco cronologico che va dagli anni ’70 del 19. secolo agli anni ’60 del Novecento (tra cui la rarissima edizione dattiloscritta del Bollettino della Federazione Anarchica Italiana), il fondo Fedeli rappresenta una testimonianza di eccezionale ricchezza e importanza delle vicende dell’anarchismo italiano ed europeo nell’arco di più di un secolo.

Il produttore, Ugo Fedeli (Milano, 8 maggio 1898 – Ivrea, 10 marzo 1964), fu tra i principali esponenti dell’anarchismo italiano ed europeo nella prima metà del 20. secolo. Fondò diversi periodici ed è autore di molti importanti studi storici sull’anarchismo.


Lascia un commento

Gulag Many Days, Many Lives

Il  Roy Rosenzweig Center for History and New Media della George Mason University presenta Gulag: Many Days, Many Lives, che immerge gli spettatori nella storia del vasto sistema di campi di lavoro forzato dell’Unione Sovietica.

moscow-lubianka-and-statues-030_d215b38876

Gulag Memorial: Moscow, Russia all credits to http://gulaghistory.org/

E’ presente un archivio, in cui possiamo trovare fotografie, testimonianze, documenti, relativi agli ex prigionieri dei Gulag.

Le mostre online portano i visitatori a un’esplorazione tematica della vita dei Gulag, tra cui un tour virtuale del campo e del museo ricostruito reso possibile dal Museo Gulag a Perm-36.

Sono inoltre disponibili risorse didattiche per l’introduzione della storia del Gulag nelle scuole medie e superiori.


Lascia un commento

A volte ritornano : CDEC Digital Library

Vi abbiamo parlato in precedenza della Fondazione CDEC; oggi vogliamo approfondire il discorso sulla CDEC Digital Library.

La CDEC Digital Library è il risultato di un più ampio progetto per la valorizzazione e fruizione del patrimonio documentale della Fondazione CDEC. Tale progetto è stato realizzato a partire dalla fine del 2012 grazie al sostegno del Ministero per i Beni e le Attività culturali e il Turismo, e in collaborazione con Regesta.exe.

Sono state parte essenziale e basilare dello sviluppo del progetto l’introduzione del sistema OAIS (Open Archival Information System) per l’integrazione delle basi di dati preesistenti e la loro conservazione; l’adozione della piattaforma open source xml xDams per le descrizioni inventariali e catalografiche della documentazione storica, secondo gli standard nazionali e internazionali; l’adozione della linked data platform Bygle per la gestione dei flussi documentali e informativi e per le attività di reasoning – ovvero di collegamento semantico fra i dati delle due piattaforme.
La piattaforma Bygle costituisce la struttura portante della CDEC Digital Library: il portale viene alimentato direttamente dai dati provenienti dalla linked data platform ed è inoltre aperto ad integrare al proprio interno anche i dati provenienti dalla Linked Open Data Cloud. (http://digital-library.cdec.it/cdec-web/info/progetto.html)

E’ possibile effettuare una ricerca libera all’interno del portale, oppure visitare le varie sezioni dell’archivio virtuale: