Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Nashriyah: digital Iranian history

iranL’Università di Manchester, con il progetto Nashriyah: digital Iranian history
mette liberamente a disposizione il frutto del programma di digitalizzazione di rari giornali iraniani relativi a tre periodi specifici:

  • Gli anni 1950-53, ed il colpo di stato contro Mohammad Mossadegh
  • La rivoluzione del 1979
  • L’era del presidente Khatami (non ancora disponibili online)

Strumento utilissimo per gli studiosi di storia del Medio oriente contemporaneo, riunisce le digitalizzazioni di 28 (ma il numero potrebbe aumentare, vedi Get involved) tra quotidiani e periodici, indicizzati per permette la ricerca per titolo e data.
Valore aggiunto del progetto sono le schede introduttive relative a ciascun periodico, che permettono anche ai non addetti ai lavori di orientarsi tra le fonti disponibili.

Per chi fosse interessato agli aspetti tecnici del progetto, alla pagina digitisation vengono presentate modalità e criticità del processo di digitalizzazione.


1 Commento

Archivio di Stato di Firenze: Fondo Mediceo Avanti il Principato

170px-Medici_stemma1

Antico blasone su un avello della chiesa di Santa Maria Novella. Fonte: Wikipedia

Dal sito dell’Archivio di Stato di Firenze segnaliamo uno degli importanti progetti di digitalizzazione portati a compimento dall’ente.

Il fondo Mediceo avanti il Principato, comprende la documentazione dell’archivio della famiglia Medici per un arco cronologico che va dal XIV alla metà del XVI secolo, cioè per il periodo precedente l’investitura di Cosimo dei Medici a Duca di Firenze (anno 1537). Il MaP contiene prevalentemente buste di carteggio politico-diplomatico, oltre che privato e, per una limitata parte, la documentazione proveniente dal banco Medici.

Sono stati digitalizzate complessivamente 165 unità archivistiche, “convenzionalmente definite tutte come Filze composte di lettere, fascicoli o interi registri definiti come Documentie l’inventario a stampa in 4 volumi, riunito in un unico Indice generale degli inventari.

Sono possibili due tipi di ricerca, su Inventario e su Filza. Molto interessante anche la Tavola genealogica della Famiglia Medici.


Lascia un commento

Archivio storico della Reggia di Caserta

260px-Caserta_jardín_44

Palazzo Reale di Caserta con il Parco, l’Acquedotto di Vanvitelli e il complesso di San Leucio. Fonte: Wikipedia

E’ disponibile online da qualche mese, grazie a una collaborazione tra il COSME, Centro-Osservatorio sul Mezzogiorno d’Europa e la Reggia di Caserta, una parte (80.000 documenti) dell’Archivio storico della Reggia. 

L’Archivio Storico fu istituito per volontà di Ferdinando IV di Borbone con Real Dispaccio del 25 Maggio 1784.

Il nucleo principale (1750 – 1860) documenta i rapporti economici e amministrativi della Casa borbonica con tecnici, fornitori, artisti e maestranze ed offrono informazioni capillari su lavori, costi e sul personale (inclusi donne e schiavi) impegnato nella realizzazione della Reggia e dei Siti Reali. I documenti riflettono il ruolo di Carlo di Borbone nello sviluppo del territorio e, in particolare, il grande progetto del piano urbanistico della “Nuova Città” di Caserta con l’imponente costruzione della Reggia.

I documenti, corredati di metadati, sono consultabili e scaricabili dal sito del COSME.

Il progetto è in continuo aggiornamento fino al 2020 e si prevede che porterà alla digitalizzazione di 300.000 documenti.


Lascia un commento

Colonial North America at Harvard Library

Colonial North America at Harvard Library è un progetto in continuo aggiornamento, che ad oggi fornisce l’accesso 300.000 pagine digitalizzate a manoscritti e documenti d’archivio posseduti dalla biblioteca di Harvard e relativi al Nord America del XVII e XVIII secolo.

Il materiale riguarda anche Canada, Sud America, le isole dell’Atlantico, Europa continentale e parte dell’Africa.

Al momento le sezioni navigabili sono le seguenti:


Lascia un commento

Buona Pasqua!

Uova-di-pasqua-bianco-e-nero-15

Auguriamo a tutti una serena Pasqua con una selezione sulle tradizioni pasquali dagli anni ’30 agli anni ’50, tratta dall’Archivio Luce.

Ricordiamo che la Biblioteca chiuderà per l’ultimazione dei lavori di adeguamento dell’impianto antincendio dal 18 al 29 aprile 2019.
Durante questo periodo sarà possibile restituire i volumi presi in prestito, utilizzando il Box nel cortile Legnaia.

La Biblioteca sarà aperta nei giorni: 30 aprile, 2 e 3 maggio, dalle 10.00 alle 13.00, esclusivamente per il ritiro dei volumi richiesti in prestito e prenotati.

Si riaprirà con il consueto orario lunedì 6 maggio, (9.00-16.45).


Lascia un commento

Periodici politici e satirici della provincia di Alessandria

La nuova collezione all’interno del portale Internet Culturale, comprende 34 periodici digitalizzati dalla Biblioteca dell’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea di Alessandria, pubblicati appunto nella provincia, tra il 1871 e il 1946.

Si tratta di:

  • Periodici politici e di partito;
  • Periodici satirici;
  • Periodici letterari e culturali;
  • Periodici di informazione.

La sezione politica e soprattutto quella satirica costituiscono la maggior parte della documentazione: si tratta di periodici spesso conservati in unico esemplare, di grande importanza per lo studio delle elites politiche, della propaganda, della cultura, della satira e del costume in un periodo cruciale della storia italiana, dall’esplosione di testate del 19. secolo allo stretto controllo censorio sulla stampa del Ventennio, fino alla nuova fioritura di periodici, anche se perlopiù in forma clandestina, del periodo resistenziale.


Lascia un commento

Biblioteca Digitale Trentina

trento

La Biblioteca Digitale Trentina è il nuovo portale che racchiude il patrimonio digitale della Biblioteca comunale di Trento.

La BDT si articola in tre collezioni:

  • Iconografia: contiene i documenti in cui la valenza iconografica è prevalente: cartoline, carte geografiche e mappe, incisioni, disegni, ecc.
  • Testi a stampa: si occupa di libri, manifesti, fogli volanti, ecc. prodotti con le tecniche tipografiche della “galassia Gutenberg”.
  • Manoscritti: raccoglie i documenti bibliografici di qualsiasi natura conservati in Biblioteca su supporti scritti a mano.

Ciascuna collezione è divisa in progetti, corrispondenti a singoli fondi (cartoline e manoscritti musicali ad es.), ad attività di valorizzazione particolari (antiche edizioni trentine, piante di Trento, ritratti di personaggi trentini ecc.), o a nuclei di documenti che per pregio e rarità sono soggetti a interventi di tutela (il progetto Preserving the World’s Rarest Books che riguarda le edizioni rare o il progetto dei codici medievali).

Segnaliamo in particolare alcuni progetti:

  1. Imago mundi: carte geografiche assemblate in cinque atlanti, pubblicate tra la fine del Seicento e l’inizio del Settecento
  2. Piante di Trento: dalle origini al XX secolo
  3. Carte geografiche del Trentino: riguardanti il territorio trentino e il Tirolo storico, pubblicate prima della metà del XIX secolo
  4. Tridentina manifesta: bandi e fogli volanti fino al 1850
  5. Codici medievali: 168 codici posseduti dalla biblioteca