Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


1 Commento

Archivio di Stato di Firenze: Fondo Mediceo Avanti il Principato

170px-Medici_stemma1

Antico blasone su un avello della chiesa di Santa Maria Novella. Fonte: Wikipedia

Dal sito dell’Archivio di Stato di Firenze segnaliamo uno degli importanti progetti di digitalizzazione portati a compimento dall’ente.

Il fondo Mediceo avanti il Principato, comprende la documentazione dell’archivio della famiglia Medici per un arco cronologico che va dal XIV alla metà del XVI secolo, cioè per il periodo precedente l’investitura di Cosimo dei Medici a Duca di Firenze (anno 1537). Il MaP contiene prevalentemente buste di carteggio politico-diplomatico, oltre che privato e, per una limitata parte, la documentazione proveniente dal banco Medici.

Sono stati digitalizzate complessivamente 165 unità archivistiche, “convenzionalmente definite tutte come Filze composte di lettere, fascicoli o interi registri definiti come Documentie l’inventario a stampa in 4 volumi, riunito in un unico Indice generale degli inventari.

Sono possibili due tipi di ricerca, su Inventario e su Filza. Molto interessante anche la Tavola genealogica della Famiglia Medici.


Lascia un commento

Archivio storico della Reggia di Caserta

260px-Caserta_jardín_44

Palazzo Reale di Caserta con il Parco, l’Acquedotto di Vanvitelli e il complesso di San Leucio. Fonte: Wikipedia

E’ disponibile online da qualche mese, grazie a una collaborazione tra il COSME, Centro-Osservatorio sul Mezzogiorno d’Europa e la Reggia di Caserta, una parte (80.000 documenti) dell’Archivio storico della Reggia. 

L’Archivio Storico fu istituito per volontà di Ferdinando IV di Borbone con Real Dispaccio del 25 Maggio 1784.

Il nucleo principale (1750 – 1860) documenta i rapporti economici e amministrativi della Casa borbonica con tecnici, fornitori, artisti e maestranze ed offrono informazioni capillari su lavori, costi e sul personale (inclusi donne e schiavi) impegnato nella realizzazione della Reggia e dei Siti Reali. I documenti riflettono il ruolo di Carlo di Borbone nello sviluppo del territorio e, in particolare, il grande progetto del piano urbanistico della “Nuova Città” di Caserta con l’imponente costruzione della Reggia.

I documenti, corredati di metadati, sono consultabili e scaricabili dal sito del COSME.

Il progetto è in continuo aggiornamento fino al 2020 e si prevede che porterà alla digitalizzazione di 300.000 documenti.


Lascia un commento

Buona Pasqua!

Uova-di-pasqua-bianco-e-nero-15

Auguriamo a tutti una serena Pasqua con una selezione sulle tradizioni pasquali dagli anni ’30 agli anni ’50, tratta dall’Archivio Luce.

Ricordiamo che la Biblioteca chiuderà per l’ultimazione dei lavori di adeguamento dell’impianto antincendio dal 18 al 29 aprile 2019.
Durante questo periodo sarà possibile restituire i volumi presi in prestito, utilizzando il Box nel cortile Legnaia.

La Biblioteca sarà aperta nei giorni: 30 aprile, 2 e 3 maggio, dalle 10.00 alle 13.00, esclusivamente per il ritiro dei volumi richiesti in prestito e prenotati.

Si riaprirà con il consueto orario lunedì 6 maggio, (9.00-16.45).


Lascia un commento

Archivio di Stato di Torino: Libri ebraici a Corte

libri-ebraici-a-corte-cover-I995r

Libri ebraici a Corte è il nuovo portale dell’Archivio di Stato di Torino dedicato alla raccolta delle fonti utili per la ricostruzione della storia delle collezioni librarie ebraiche acquisite nel tempo dai Savoia e oggi custodite alla Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino.

Le prime e più ampie acquisizioni di testi ebraici, manoscritti e a stampa, si ebbero quando ancora il fondo librario dei Savoia era unico (Biblioteca Ducale, poi Regia). Con la divisione che vide una parte del patrimonio librario rimanere presso i Regi Archivi (la “Biblioteca Antica”, conservata tutt’ora in Archivio di Stato) e altra più ampia parte andare a costituire il nucleo centrale della nuova Regia Biblioteca Universitaria (1723; altra parte andò a Superga), i testi ebraici seguirono il destino della grande maggioranza dei libri e furono collocati nella sede della Biblioteca Universitaria, presso l’odierno Rettorato.

La collezione è una delle raccolte librarie ebraiche più importanti, per ampiezza e rilevanza, in Italia e nel mondo e comprende diverse tipologie di fonti:

  • documenti d’archivio;
  • note di possesso;
  • note di prestito e annotazioni di possessori;
  • note di censura;
  • cataloghi o elenchi;
  • timbri-etichette.


1 Commento

Archivi della scienza: il progresso tecnico e scientifico attraverso i documenti

Da pochi giorni è online il portale Archivi della scienza, che propone al pubblico la mappatura di oltre 1500 fondi archivistici conservati in 200 sedi in tutta Italia, con documentazione dal medioevo all’età contemporanea, relativa alle scienze e alla tecnologia.

I promotori dell’iniziativa, l’Accademia Nazionale delle Scienze e il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, hanno colaborato con ICAR (Istituto Centrale per gli Archivi) per la realizzazione del portale.

Oltre alla possibilità di ricerca dei fondi archivistici risultano interessanti i percorsi tematici , denominati “storie” e “protagonisti“, utili soprattutto ad un pubblico di non specialisti.

storie archivi scienza

Una delle “storie” tratta dal sito.

Piccola risorsa utile: la cronologia per seguire i progressi della ricerca scientifica in Italia.


Lascia un commento

Archivio di Stato di Lucca: pubblicazioni on-line

Segnaliamo oggi il nuovo sito dell’Archivio di Stato di Lucca:

L’Archivio di Stato fu istituito dalla Repubblica democratica lucchese il 27 agosto 1804 e fu trasferito nel 1859 dalla prima sede, nel complesso conventuale di San Romano, al palazzo dei Guidiccioni, già acquistato nel 1822 dalla duchessa Maria Luisa di Borbone, destinato inizialmente soltanto all’archivio notarile, ed in seguito occupato del tutto dall’Archivio di Stato nel 1884.
L’Archivio è dotato di una sede sussidiaria, presso i vecchi Pubblici Macelli, dove si trovano conservati alcuni dei fondi archivistici di maggiore dimensione, tra cui: Archivio dei Notari, Catasto e Prefettura

Nella sezione Pubblicazioni on-line sono riprodotte in pdf diverse pubblicazioni curate dall’Archivio, tra cui in particolare:


Lascia un commento

Gulag Many Days, Many Lives

Il  Roy Rosenzweig Center for History and New Media della George Mason University presenta Gulag: Many Days, Many Lives, che immerge gli spettatori nella storia del vasto sistema di campi di lavoro forzato dell’Unione Sovietica.

moscow-lubianka-and-statues-030_d215b38876

Gulag Memorial: Moscow, Russia all credits to http://gulaghistory.org/

E’ presente un archivio, in cui possiamo trovare fotografie, testimonianze, documenti, relativi agli ex prigionieri dei Gulag.

Le mostre online portano i visitatori a un’esplorazione tematica della vita dei Gulag, tra cui un tour virtuale del campo e del museo ricostruito reso possibile dal Museo Gulag a Perm-36.

Sono inoltre disponibili risorse didattiche per l’introduzione della storia del Gulag nelle scuole medie e superiori.