“Ei fu”, 200 anni dalla morte di Napoleone

Nella memoria di ogni studente italiano la data del 5 maggio si lega al ricordo dell’omonima poesia di Alessandro Manzoni, scritta dall’autore milanese dopo aver appreso la notizia della morte di Napoleone, avvenuta il 5 maggio 1821 nell’Isola di Sant’Elena dove l’imperatore francese era stato esiliato in seguito alla sconfitta di Waterloo e di cui abbiamo riportato nel titolo l’icastico incipit.

Quest’anno, in occasione del 200° anniversario, sono numerose le iniziative – molte fruibili in streaming online – organizzate per questa importante data.
Iniziamo segnalando il sito del Comitato per il Bicentenario Napoleonico 1821-2021, il cui presidente è Luigi Mascilli Migliorini, professore dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” e autore di una delle più autorevoli biografie dedicata a Napoleone:
Napoleone. L’uomo che esportò la Rivoluzione in tutta Europa, Salerno Editrice, Roma 2014



Immagine tratta dalla pagina FB del Comitato per il bicentenario napoleonico 1821 / 2021

Per una prospettiva internazionale consigliamo il sito della Fondation Napoléon – fondazione dedicata alla storia del Primo e del Secondo Impero, e che dedica al bicentenario una sezione del proprio sito con un lungo calendario di eventi. Neanche gli inglesi, acerrimi nemici dell’imperatore francese, sono esenti dalle celebrazioni del centenario: il British Napoleonic Bicentenary Trust, di cui è presidente Brian Unwin, autore di Terrible Exile: The Last Days of Napoleon on St Helena, incentrato proprio sul periodo finale della vita di Napoleone, punta con le commemorazioni del bicentenario a preservare e valorizzare il patrimonio culturale di Sant’Elena, isoletta collocata nel mezzo dell’oceano atlantico e parte dei territori d’oltremare britannici. Per tornare in territorio francese, consigliamo di tenere d’occhio anche il sito del Musée de l’Armée, uno dei più grandi musei militari al mondo, situato nel complesso dell’Hôtel des Invalides, dove si trova la monumentale tomba di Napoleone.

Tornando in Italia, oltre al sito Bicentenario Napoleonico, dove è possibile rivedere le due sessioni del congresso “Napoleone a Milano”, rimandiamo anche alla densa lista di eventi del Museo Civico del Risorgimento di Bologna dal titolo …è arrivato Napoleone allo sparo dell’artiglieria ed al suono delle campane della città, una serie di incontri che, iniziati a Marzo si concluderanno a Giugno, approfondendo vari aspetti dell’epopea napoleonica, dalla strategia militare alla pittura, dalla musica alla lunga eredità del periodo napoleonico.

14 giugno 1800, battaglia di Marengo: Napoleone annuncia l’arrivo dei rinforzi, la battaglia che avrebbe potuto segnare la fine prematura dell’era napoleonica si trasforma in vittoria. Fonte: Wikipedia

A Milano, la Biblioteca Braidense ospita la mostra “La Milano di Napoleone: un laboratorio di idee rivoluzionarie. 1796-1821”, tra i documenti esposti anche l’autografo del “5 Maggio” manzoniano.

In fermento, come per ogni anniversario storico che si rispetti, è ovviamente anche il mercato editoriale, e per questo segnaliamo i libri di alcuni autori a noi familiari:

Ei fu. La morte di Napoleone, di fresca pubblicazione per i tipi de Il Mulino a firma di Vittorio Criscuolo, professore di storia moderna presso il nostro ateneo e di cui ricordiamo anche il classico e agile: Napoleone, Il Mulino, Bologna 2009 di cui in biblioteca trovate due copie.
Criscuolo presenterà il suo nuovo volume all’interno dello speciale che Fahreneit dedicherà al bicentenario e che andrà in onda il 5 maggio alle 16.

Antonino De Francesco, direttore del nostro Dipartimento di Studi Storici, collabora alle celebrazioni con il recentissimo Il naufrago e il dominatore, vita politica di Napoleone Bonaparte, NeriPozza, Vicenza 2021.

Mascilli Migliorini, già autore della monumentale e acclamata biografia che vi abbiamo segnalato all’inizio dell’articolo, ha da poco pubblicato L’ ultima stanza di Napoleone. Memorie di Sant’Elena, Salerno Editore, Salerno 2021.

Chiudiamo invitandovi a seguire, per il 5 maggio alle 17:49, ora della morte di Napoleone, l’iniziativa del Comitato per il Bicentenario Napoleonico che prevede la lettura dei versi del “5 Maggio” manzoniano da alcuni dei luoghi simbolo dell’epopea napoleonica in Italia con l’accompagnamento dell’Orchestra Sinfonica Verdi di Milano. Maggiori informazioni qui: 17.49 Cinque Maggio 1821-2021




Napoleone a Sant’Elena. Fonte: Wikipedia


Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...