Mondoperaio, online 71 anni di cultura socialista

Dopo la digitalizzazione dell’Avanti!, la Biblioteca del Senato rende adesso disponibile online per la consultazione il ricchissimo archivio della rivista Mondoperaio. Dal 1948, anno della fondazione voluta da Pietro Nenni come espressione della corrente di sinistra del PSI, ai numeri dell’anno scorso, la ricca collezione della rivista è stata messa a disposizione dal direttore Luigi Covatta, recentemente scomparso, che, in quanto detentore dei diritti legali, ha reso possibile la digitalizzazione.




attuale logo della rivista tratto dal sito ufficiale mondoperaio.net

La rivista, il cui nome originario è Mondo operaio. Rassegna politica settimanale, nel 1973 assume il nome contratto di Mondoperaio, che conserva tuttora, e, sotto la direzione di Federico Coen diventa un “luogo di aggregazione e di dialogo per l’intera intellighenzia progressista”[1], ospitando contributi di intellettuali socialisti e di sinistra non necessariamente tesserati al PSI o al PCI, tra i quali spicca certamente il nome di Norberto Bobbio. La rivista, che ha sospeso brevemente le pubblicazioni nel 1994, viene rinnovata nel 1997 quando, sotto la direzione di Claudio Martelli acquisisce un nuovo formato e nuovo progetto editoriale. Dal 2009 la rivista è stata diretta da Luigi Covatta, nome storico del socialismo italiano.


Luigi Covatta, immagine tratta dal sito di Mondoperaio

L’archivio della rivista è stato digitalizzato, e di recente messo online, partendo dalle copie presenti nella collezione della Biblioteca del Senato e integrando i numeri mancanti grazie al contributo della Biblioteca della Camera dei deputati e della Biblioteca della Fondazione Lelio e Lisli Basso. Nonostante ciò, vi sono alcune lacune per gli anni 1993 e 2008 che, secondo progetto, saranno colmate a breve. All’interno dell’archivio è possibile ricercare e sfogliare la rivista per numero, in base all’anno, o effettuare ricerche attraverso parole chiave. Ogni fascicolo può essere quindi scaricato come pdf.

Per approfondire la storia della rivista consigliamo la lettura dei seguenti testi:

Giovanni Scirocco, Una rivista per il socialismo: Mondo operaio (1957-1969), Carrocci, Roma 2019

Santi Fedele, Primavera socialista: il laboratorio Mondoperaio 1976-1980, FrancoAngeli, Milano 2012

Senza dimenticare:

Federico Coen e Paolo Borioni, Le Cassandre di Mondoperaio, una stagione creativa della cultura socialista, Venezia, Marsilio, 1999.

Mentre in merito ai contributi di Bobbio alla rivista si rimanda a:

Il marxismo e lo stato: il dibattito aperto nella sinistra italiana sulle tesi di Norberto Bobbio, Grafica editrice romana, Roma, 1976.

che raccoglie i due importanti saggi da lui editi sula rivista e le repliche apparse su «Rinascita», mensile del PCI, a firma di Umberto Cerroni, Massimo Boffi, Valentino Gerratana, Achille Occhetto e Pietro Ingrao, e su «Mondoperaio» stesso, a firma di Roberto Guiducci, Domenico Settembrini, Furio Diaz, Giuseppe Vacca, Claudio Signorile, Giorgio Ruffolo e Aurelio Macchioro.
E anche, con una prospettiva più ampia,

Norberto Bobbio, Quale socialismo?: Discussione di un’alternativa, Einaudi, Torino 1976
in cui Bobbio, accanto ai testi raccolti nel volume precedente, inserisce alcuni suoi interventi apparsi anche su uno dei testi della collana «I Quaderni di Mondoperaio».
Luigi Covatta, Menscevichi: i riformisti nella storia dell’Italia repubblicana, Marsilio, Venezia, 2005



Pietro Nenni e Bettino Craxi nel 1979, Agenzia Fotogramma, fonte: Wikipedia


[1]  Nello Ajello, «Il lungo addio. Intellettuali e PCI dal 1958 al 1991», Roma-Bari, Laterza, 1997, p. 163 in Santi Fedele, «Primavera socialista: il laboratorio Mondoperaio 1976-1980», Milano, FrancoAngeli, 2012, p. 13

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...